IMA App

IMA App


Project Descrizione

Imprecisioni ed informazioni mancanti: ora è un software a guidare i fornitori di IMA Italia Assistance. Meno tempo e un archivio in cloud per raccogliere quei dati utili alle perizie assicurative.

Esigenza del Cliente

Se per fare un incidente in macchina basta un attimo di disattenzione, completare le pratiche per il risarcimento assicurativo richiede molto più tempo. Tra perizie, foto e raccolta dati possono passare giorni, a volta addirittura settimane. La piattaforma IMA app, che K BRAND ha realizzato apposta per IMA Italia Assistance, rappresenta un prodotto studiato apposta per accelerare questo genere di procedimento. “Una soluzione flessibile che permette di regolare in autonomia diversi parametri e reperire le informazioni utili su ogni sinistro archiviandole, in tempo reale, al sicuro in un cloud”, racconta Sayed Seliman, il direttore tecnico di K BRAND che ha seguito la progettazione del sistema.

Soluzione Proposta

“K BRAND ci aveva già assistito in passato nella realizzazione di un sistema che permettesse ai nostri clienti di rilasciare un feedback automatico sulla qualità dei servizi da noi offerti”, spiega Sandro Mascolo, direttore commerciale marketing di IMA. “Ecco perché ci siamo rivolti a loro anche per lo sviluppo di un nuovo servizio”.

Un servizio strutturato su una piattaforma per la raccolta e archiviazione dei dati relativi agli incidenti stradali, e su una app che guida l’operatore sul campo. Sì, perché IMA, quando riceve una richiesta d’intervento, non solo si occupa di raggiungere il luogo del sinistro per fornire assistenza, ma raccoglie anche  dati e foto da inoltrare poi all’assicurazione di riferimento. Una volta queste operazioni venivano compiute dai  fornitori  utilizzando la fotocamera del cellulare ed un modulo cartaceo, con conseguenti  ritardi ed imprecisioni (foto sgranate, dati mancati, ricostruzioni incomplete). Oggi, grazie a un software, il tutto viene sbrigato in pochi minuti  ed inoltrato, in tempo reale e senza errori, all’archivio cloud.

La piattaforma ha, inoltre, aggiunto da poco una nuova funzione: con il geotracking il cliente che ha  richiesto un’ assistenza può verificare posizione e tempo d’attesa del carro attrezzi in arrivo.

Tecnologia

Il vero plus della piattaforma è però il suo sistema di storage basato su un cloud (Microsoft Azure) con periodo di conservazione dei dati configurabile a seconda delle esigenze del cliente. L’archiviazione avviene in tempo reale, quando ciò è possibile. “Talvolta il luogo dove si verifica un incidente ha una copertura limitata che non lo consente”, spiega Sayed, “in quel caso interviene un local storage capace di archiviare le informazioni utili e poi trasmetterle quando non ci sono più problemi di connettività”.

Un sistema semplice che ora IMA Italia Assistance gestisce in completa autonomia, mentre K BRAND ricopre ormai un ruolo di supervisione e supporto nel caso si verificassero problemi di natura tecnica.